Acido citrico. La tua casa merita un’igiene eco…e anche tu!

Vuoi rispettare la tua salute e quella delle superfici della tua casa senza rinunciare alla perfezione? Leggi come farlo insieme ad un alleato green: l’acido citrico.

L’acido citrico in cucina. Cosa significa pulire davvero?

Tutti noi desideriamo avere una casa pulita, ma pulita sul serio e, nello stesso tempo, vogliamo evitare di utilizzare prodotti troppo aggressivi e magari tossici per noi e per la nostra famiglia.

Ma vi è mai capitato, al termine delle consuete pulizie, di avere la spiacevole sensazione di non aver eliminato davvero i batteri? O di aver “spostato” più che “rimosso”? Quando poi l’ambiente da pulire è la cucina o il bagno, il desiderio di essere ancora più rigorosi, aumenta.

Avete mai pensato che con un semplice ed economico rimedio completamente naturale, potreste ottenere superfici perfettamente igienizzate e, in più, in modo eco?

Pulire davvero significa igienizzare rimuovendo rigorosamente sporco e batteri. Partiamo da questo presupposto per procedere nella nostra analisi. Ma come possiamo ottenere questo risultato in modo il più possibile eco?

Un ambiente “delicato”: la cucina

In questo articolo vogliamo concentrarci sull’ambiente della cucina. La sensazione di non aver pulito davvero nasce spesso quando non usiamo i prodotti giusti. Allora, prima di tutto, cerchiamo di capire, cosa chiedere ad un prodotto perché la nostra casa risulti rigorosamente igienizzata, disinfettata, profumata, seguendo la nostra natura più green!

Prendersi cura della cucina è una delle pratiche che esige una costanza quotidiana. Cuciniamo ogni giorno, e tutte le sere sarebbe buona norma lasciare l’ambiente perfettamente igienizzato.

Perchè? Facile immaginarlo. La cucina, oltre ad essere l’ambiente dove prepariamo le nostre pietanze, è la cambusa dei nostri prodotti alimentari e il luogo dove conserviamo alimenti già preparati o già cucinati. Ma è anche il luogo dove riponiamo i rifiuti e gli scarti del cibo.

limone

Quindi è un ambiente particolarmente delicato per il rischio di contaminazione che può comportare.

In ogni momento della giornata, dopo aver cucinato, dovremmo riordinare, riporre le vivande nei giusti scomparti o nel refrigeratore; rigorosamente alla sera, dopo aver cenato, sarebbe opportuno rimuovere bene anche i residui di cibo e di grassi che si sono depositati sulle superfici, anche in seguito alla cottura delle vivande.

Il lavello in acciaio, un mondo a sé

Poi c’è il lavello…che è quasi un ambiente a sé e che esige un’attenzione particolare per diversi motivi. Vediamo insieme perché.

Dal lavello preleviamo l’acqua che serve per lavare e cuocere le nostre vivande.

  • Spesso nel lavello ci laviamo le mani tra una preparazione e l’altra.
  • Nel lavabo puliamo e mondiamo le verdure
  • Sempre nel lavello scoliamo la pasta e le verdure bollite.

Insomma, un mondo di residui che rischiano di stagnare in un ambiente umido. Il peggio che si possa immaginare!!

Igiene ed estetica: un connubio vincente!

Nel caso del lavello in acciaio, dunque, oltre che contro germi e batteri è aperta la guerra contro il famigerato ed antiestetico calcare.

Pulire bene il lavello, cioè igienizzarlo davvero senza ricorrere a prodotti aggressivi per detergerlo, ed evitare i temibili prodotti anticalcare per lucidarlo, non pare cosa semplice…

acciaio brillante

L’acido citrico: il nostro alleato contro sporco e calcare!

Nella guerra contro lo sporco e il calcare del nostro lavello in acciaio, la natura ci offre uno straordinario alleato. Completamente bio, eco, quindi non tossico e, in più, a un costo bassissimo!

Per un’azione quotidiana rigorosamente eco basterà creare un’emulsione all’interno di un ciotolino, con poca polvere di acido citrico e un po’ di acqua calda. Passiamo un panno morbido intinto nell’emulsione, e il nostro lavello sarà lucido e splendente! E i germi del cibo residuo? Stecchiti già in pochi minuti!😊

Per un’igienizzazione più profonda del lavello in acciaio, basterà, riempire il lavello di acqua calda, versarci dentro circa 200 gr di acido citrico e lasciarlo agire per circa un’ora.

Questo ci permetterà di ottenere un risultato perfetto. La bella notizia è che questo accorgimento basterà ripeterlo ogni 2-3 mesi.

Senza l’utilizzo di sgrassanti aggressivi o di prodotti anticalcaree addirittura pericolosi, potremmo gioire di un lavello igienizzato e splendente, senza nessuno sforzo, farà tutto lui…e il Pianeta te ne sarà grato!😉

Vieni da Non solo bolle e troverai l’Acido Citrico Greenatural.

Per un’igiene impeccabile e green ad un costo mini!

About the author

Redazione Redazione

| Website

Leave a comment

To share your experiences & also leave your comments