Pulire e disinfettare la nostra casa…con qualche attenzione in più

Pulire e disinfettare la nostra casa ai tempi del coronavirus può essere una sfida che, con un po’ di attenzione in più, vinceremo! Proviamo a imparare qualcosa di più per un’igiene sicura.

Pulire e disinfettare: prima pianifichiamo l’ attività sulle superfici della nostra casa

Ormai abbiamo tutti imparato che oltre ai presidi adeguati e necessari, in questo momento complesso e difficile per tutti noi, è necessario seguire un protocollo d’igienizzazione preciso. La comunità scientifica, insieme agli esperti in tecniche di prevenzioni degli ambienti professionali e domestici, ci indica le procedure da seguire per sconfiggere un nemico nuovo, molto aggressivo, ma ormai sempre meno misterioso.

Grazie agli scienziati che hanno studiato da vicino il virus del Covid 19, abbiamo appreso infatti che l’igienizzazione o meglio la sanificazione degli ambienti sanitari, professionali ma anche domestici, è fondamentale per combattere il nemico.

Alcuni sono accorgimenti che in realtà dovremmo seguire sempre, come lavarci spesso le mani. Altri sono interventi che, in questo caso, devono divenire delle routine un po’ più frequenti rispetto al passato.

Essere ben informati su come procedere e con quali prodotti, è fondamentale in questa fase delicata. La buona notizia è che attraverso una conoscenza seria e coscienziosa, unita ad un pratica costante ed impeccabile, usciremo prima da questa brutta situazione partendo anche dalla nostra casa.

Detersione, igienizzazione, sanificazione: questa è la triade vincente che ci deve accompagnare in questo periodo, durante la pulizia sia delle superfici di lavoro, che di quelle dei pavimenti.

Pulire e igienizzare, partiamo dall’alto: tavoli e piani di lavoro

Partiamo dall’alto per intraprendere il ciclo completo di pulizia, nella nostra casa, nella nostra azienda o nel nostro studio. Infatti, oltre alla consueta pulizia, in questo momento storico, è necessario procedere con un po’ più di attenzione.

Sulle superfici potrebbero infatti trovarsi dei residui di saliva o di germi provenienti da borse che abbiamo appoggiato. A seconda di svariati aspetti tra cui il materiale di cui è costituita la superficie, la temperatura e l’umidità, questi germi più o meno nocivi possono resistere più o meno a lungo e, più o meno a lungo, può insistere la loro virulenza.

Come abbiamo già precisato, per una maggior efficacia è necessario dunque seguire la triade vincente. Il ciclo comprende tre fasi: detersione o asportazione dei residui, igienizzazione, sanificazione.

Rimuoviamo lo sporco e detergiamo i piani di lavoro

Vediamo nel dettaglio la differenza tra le diverse azioni della routine. E’ importante precisare, ora più che mai, che è fondamentale che esse avvengano in modo rigorosamente sequenziale.

Prima di tutto è necessario rimuovere dai piani di lavoro, che sia un tavolo o un piano d’appoggio, i corpuscoli più grossolani di polvere e di residui di cibo e di altro genere. E’ necessario farlo con un panno anti polvere monouso che poi getteremo per evitare di conservare i germi.

A questo punto forse non tutti sanno che può essere un grave errore passare subito sulle superfici un panno umido imbevuto di disinfettante specifico. Questa pratica un po’ affrettata, potrebbe non eliminare il primo strato di sporco. Questo porterebbe a una forma di “protezione” di virus e batteri.

Dunque, prima di passare alla fase più decisiva disinfettante, è necessario detergere con un panno umido la superficie in questione e pulire bene per eliminare il primo strato di residui.

Solo a questo punto avremo preparato il nostro piano per la fase finale, la sanificazione.

La fase decisiva: la sanificazione dei piani di lavoro

Dopo le attività di rimozione e detersione, fondamentali perché la routine sia veramente efficace, è necessario passare sulle superfici un panno ben strizzato dopo averlo immerso in una soluzione di acqua e prodotto disinfettante a base di candeggina, alcool o cloro, prendendo spunto da quelli raccomandati dal Ministero della salute.

Alcuni prodotti necessitano di qualche minuto per potenziare la loro efficacia; in questo caso, se è necessario il risciacquo, attendiamo ad effettuarlo quando il prodotto si sarà asciugato. Per ragioni pratiche consigliamo prodotti che non esigono risciacquo.

A questo punto le nostre superfici di lavoro saranno deterse, igienizzate ma anche sanificate. Ripetiamo questa routine più volte al giorno anche in relazione al nostro stile di vita.

Ci sono superfici che possono passare inosservate, ma che dobbiamo ben guardarci dal trascurare, si tratta delle maniglie su cui appoggiamo la nostra mano più volte al giorno.

Puliamole con lo stesso sistema: insieme a tutto il resto contribuirà ad un’igiene impeccabile e sicura.

Pulire e igienizzare i pavimenti: scegli la sicurezza

Ora possiamo occuparci dei pavimenti. Dovremo seguire la stessa routine vincente. In questo caso: aspirare, detergere, e sanificare.

Seguiremo lo stesso procedimento e utilizzeremo gli stessi prodotti.

Quindi prima aspireremo con una buona aspirapolvere, poi detergeremo con un prodotto sgrassante in modo da rimuovere accuratamente il primo strato di sporco. Infine sanifichiamo bene i pavimenti lavandoli con uno straccio imbevuto di soluzione disinfettante.

Questa routine andrebbe ripetuta almeno una volta alla settimana. Anche per non dovere ripetere più spesso questa operazione e, comunque, come buona norma anche fuori da momenti emergenziali come questo, è una pratica consigliabile togliersi sempre le scarpe prima di entrare in casa.

Per non infastidire i nostri vicini dirimpettai, basterà predisporre una scatola abbastanza ampia per riporre le scarpe di chi rientra, da collocare vicino alla nostra porta d’ingresso. In questo modo saremo certi che batteri e virus non verranno portati dall’esterno all’interno del nostro appartamento.

Per un futuro più sicuro

Nei prossimi articoli vi parleremo in modo più dettagliato dei prodotti igienizzanti più sicuri in questo periodo, ma anche di come usare gli stracci e di come pulirli tra un’igienizzazione e l’altra.

Parleremo anche dei prodotti HACCP, cioè certificati per garantire condizioni eccellenti di pulizia e sanificazione degli strumenti, dei locali e di tutto ciò che, in diversa misura, entra o può entrare a contatto con gli alimenti.

Noi di Non solo bolle contribuiamo all’igiene della tua casa in questo periodo complicato anche per quello che riguarda gli approvvigionamenti. Disponiamo di un magazzino rifornito che sarà in grado di procurare per te, tutti i prodotti detergenti e disinfettanti di cui hai bisogno, anche quelli certificati HACCP.

Nel caso tu non possa venire da noi in negozio in Via Lame, 200, a Trebbo di Reno (Bologna), saremo noi a venire da te per consegnarti i prodotti che hai richiesto, nel minor tempo possibile!

Sanificare come si deve sarà più semplice e sicuro con i prodotti di Non solo bolle!

Leave a comment

To share your experiences & also leave your comments