Pelle a primavera: come prendersi cura di lei

Pelle a primavera. Adesso è davvero primavera, dalla cura della pelle alla dieta, le regole per prendersi cura di sé fuori e dentro.

Pelle a primavera: una nuova rinascita

La primavera è già inoltrata, ma per ora in buona parte dell’Italia le giornate sono state un po’ fresche e soprattutto ventose. Ora la stagione della rinascita ha fatto capolino e comincia a regalarci sole e tepore,

Le temperature si alzano e, complici le giornate più lunghe e generose di sole, sentiremo i primi benefici al corpo e all’umore. Ogni passaggio da una stagione all’altra, tuttavia, comporta sempre un leggero stress per la nostra pelle, che diventa particolarmente sensibile proprio durante la fase di adattamento al nuovo clima.

Per questo, prendersi cura della pelle diventa fondamentale, sia attraverso accorgimenti specifici della cosmesi, sia modificando l’alimentazione con l’introduzione di prodotti freschi e stagionali. Particolarmente in primavera questo non riuscirà difficile!😉

Si rinnova la stagione e, con lei, anche la nostra pelle. In questo articolo vogliamo concentrarci in particolare sulla pelle del viso che è anche quella più esposta.

Pelle a primavera: accompagnarla fuori dall’inverno

E’ finito un inverno diverso dagli altri. Già l’inverno di per sé non è amico della pelle. Con il lockdown di mezzo poi non ne parliamo…

Ma procediamo per punti. In inverno l’epidermide del viso tende a seccarsi e, quando arriva la primavera, appare spenta, disidratata e opaca. Per preservare la salute della pelle durante il passaggio da una stagione all’altra è bene detergerla con prodotti poco aggressivi, in grado di rinnovare e proteggere la pelle.

I trattamenti di peeling in questa fase sono fondamentali perché consentono l’esfoliazione degli strati più superficiali dell’epidermide che in primavera ha particolare bisogno di rinnovarsi. Dopo il peeling potremo apprezzare un evidente aumento di luminosità che donerà al viso una ritrovata freschezza.

Oltre all’inverno, tutti noi, abbiamo dovuto superare un ulteriore difficoltà. Abbiamo attraversato il primo (e speriamo ultimo!!) inverno con vari lockdown e anche la pelle ha dovuto sopportare i suoi lockdown. A distanza di un anno dal primo un po’ più serrato, abbiamo imparato a prenderci cura di noi.

Pelle a primavera. Dall’attenzione per la cura a quella per la salute: la rinascita della pelle

Ormai è chiaro che non basta più occuparsi solo della “cura” della pelle, ma soprattutto della “salute” della pelle e del corpo. E, allora, largo spazio alle creme antiossidanti, che aiutano a rallentare l’insorgere dei radicali liberi, proteggono dallo stress e dagli stimoli esterni eccessivi, come sole e vento.

La primavera, poi, è senz’altro la stagione in cui prediligere i prodotti che difendono da smog e UV. E’ infatti la stagione in cui le condizioni climatiche, non troppo fredde né troppo calde, inducono a farci stare per più ore all’aperto.

E allora, è il momento delle creme da giorno ad alta protezione (+50), in grado di proteggere la barriera cutanea dai raggi UV.

Esistono, inoltre, prodotti che agiscono in modo più profondo con la funzione di proteggere il microbioma.

Ma cos’è il microbioma? E’ l’insieme di tutti i microorganismi, tra cui batteri, virus, funghi e protozoi, che colonizzano intestino, pelle, cavo orale e polmoni.

Per favorire il microbioma, green light a creme idratanti due volte al giorno, al mattino e alla sera. In questo modo otterremo un rinforzo della barriera cutanea attraverso ingredienti come la ceramide, l’acido ialuronico e olii specifici. Facciamo sempre attenzione ad evitare prodotti che contengono alcool o conservanti: potrebbero risultare troppo aggressivi per la nostra pelle.

Pelle a primavera: in un modo di giorno, in un altro la notte

E’ molto importante tenere presente che la pelle ha esigenze diverse di giorno rispetto alla notte. Quindi, senza complicarsi troppo la vita, c’è bisogno di strategie e prodotti differenti tra giorno e notte. Prodotti semplici, il più possibile naturali per non appesantire o irritare.

Al risveglio, dopo la consueta detersione della mattina, il consiglio è quello di utilizzare sieri antiossidanti contenenti estratti vegetali ricchi di vitamina C come il Siero rinnovante multiattivo di Officina naturae con Uva ursina biologica.

siero rinforzante

Si tratta di veri e propri antiossidanti naturali che contribuiscono a contrastare gli effetti dannosi dei radicali liberi responsabili dell’invecchiamento. Il risultato sarà vincente se ulteriormente potenziato da una crema con filtro solare.

La vitamina C, in generale, riduce le macchie del viso e dona al volto un aspetto più giovane quando si usano alte concentrazioni di tale ingrediente. Il risultato sarà quello di una pelle visibilmente più luminosa e sana. Poche gocce di questo prodotto dalla texture fluida e leggera, basteranno perché si tratta di prodotti concentrati.

Alla notte, invece, bisogna favorire il processo di rigenerazione di cui ha bisogno la pelle. Per questo è necessario l’attività di esfoliazione.

Dall’azione sinergica di esfoliazione e rigenerazione, i pori saranno purificati, il tono e la texture più consistenti con il risultato di una pelle più luminosa ed elastica.

Dimmi cosa mangi e ti dirò che pelle hai!

Pelle fresca e luminosa è tutt’uno con un’alimentazione equilibrata e, naturalmente, con una buona attività fisica.

Quello di cui ti nutri abitualmente, infatti, influisce sul benessere del derma. Il segreto è sicuramente quello di variare il più possibile e prediligere proteine, carboidrati, grassi, vitamine, antiossidanti e minerali.

Super consigliati soprattutto pesce, noci, olio d’oliva. Tra gli ortaggi un vero tesoro per la pelle è il pomodoro: ricco in licopene, potente antiossidante, anticancro e anti età…insomma chiunque voglia avere una pelle luminosa e forte non ne può fare a meno.

Non dimentichiamo mai le nostre porzioni quotidiane di frutta, ricca di vitamina C e flavonoidi, di cui sono ricche soprattutto mele, pere, fragole, mirtilli e arance.

Un’ altra indicazione sempre, in particolare per la salute della pelle, è quella di concedersi sempre il tempo per una bella passeggiata all’aria aperta. Una buona ossigenazione, insieme alla sensazione di relax che ci conquista durante una bella passeggiata, saranno il viatico per la riattivazione della circolazione e la liberazione di endorfine.

Comunque pur di alleggerire le tensioni e rimettere in moto il nostro corpo, se non è possibile farlo all’aria aperta, puoi dedicarti anche agli sport al chiuso, alcuni in particolare. Il pilates, ad esempio, si rivela molto utile in quanto migliora la circolazione verso il volto garantendo così maggior nutrimento e ossigeno alla pelle.

Dunque, in primavera, diamo il via ufficiale a rigenerazione mentale e fisica. Con qualche accorgimento, essere belli e sani non sarà difficile!

Tu pensa al movimento e all’alimentazione, al resto penserà Non solo bolle! Vieni a trovarci, abbiamo tutto quello che ti serve. 😉

Comments are closed.