Chiudere casa, si parte!

Chiudere casa. Dal cibo nel frigorifero e negli scaffali, alla biancheria da lavare. Nulla può essere trascurato quando si va in vacanza. I nostri consigli per vivere tranquilli.

porta chiusa

Chiudere casa: cosa fare prima di partire.

Eccoci giunti alle sospirate ferie. Che si tratti di una settimana o di un mese (per i più fortunati), è fondamentale pianificare le pulizie di casa prima della partenza per…essere tranquilli in vacanza.

Il nostro impegno sarà poi ripagato in termini di serenità durante la vacanza e soprattutto al nostro rientro. La preparazione della casa che stiamo lasciando sarà più semplice se procediamo secondo un programma ben pianificato.

Perché è importante riordinare prima di chiudere casa

Sistemare la casa prima di partire per le agognate mete del nostro riposo, è di fondamentale importanza per non trovare brutte sorprese al nostro rientro. Cibo nelle dispense, avanzi di cibo nel frigorifero, lenzuola poco pulite…tutto questo e molto di più, va rimosso per non dare via libera a germi e batteri che, approfittando della nostra assenza, avrebbero senz’altro il sopravvento.

Per un’igiene duratura ci vuole metodo

Come ogni impresa seria, è necessario procedere con un programma pianificato. Così organizzati trasformeremo uno spauracchio in una routine periodica vincente. E allora indossiamo guanti e grembiule e seguiamo le linee guida per un’igienizzazione che durerà nel tempo.

Partiamo da un’analisi della situazione. Magari prendendo nota di tutto quello che rileviamo, in modo da non dimenticare nulla. Sì perché dovremo passare in rassegna tutta la casa, nessun ambiente può essere trascurato.

Dalla cucina, senz’altro l’ambiente più complesso per la presenza del cibo, al bagno con i suoi sanitari, fino al salotto dove, solo per fare un esempio, potremmo aver lasciato in stand-by la TV o lo stereo. Non si tratterà solo di pensare all’igiene, dunque, ma anche a tutte le misure di sicurezza necessarie per non incorrere in inconvenienti a volte anche molto seri.

Avere la situazione sotto controllo, sia nel caso degli elettrodomestici in stand- by, sia per quello che riguarda il cibo rimasto, può permettere di evitare inutili sprechi e spiacevoli degenerazioni.

Preparare la casa alla vacanza

Anche la nostra casa può prendersi una piccola vacanza. Quando noi ce ne andiamo, la nostra dimora continua a vivere a velocità 0. Per una questione di conservazione e di risparmio, dobbiamo permetterle di poter davvero prendersi un po’ di riposo in un ambiente pulito, fresco, sicuro, limitando al massimo gli sprechi.

Allora, prima di chiudere la porta di casa e partire, ricordiamoci di:

  • Spegnere le luci in tutte le stanze e, possibilmente, spegnere anche l’interruttore centrale dell’elettricità. Questo permetterà di scongiurare, rari ma probabili corto-circuiti.
  • Chiudere tutte le finestre oppure decidere di lasciare una piccola fessura per il ricambio dell’aria.
  • Se abbiamo una caldaia, assicurarsi di averla spenta.
  • Assicurarsi di aver chiuso l’impianto del gas.
  • In presenza di un sistema di allarme, provvedere alla sua attivazione.

E ora 4 mosse per un’igiene sicura

La camera da letto

Procediamo ora con metodo per pulire al meglio tutta la casa. Vi consigliamo di partire dalle camere da letto: togliamo tutte le lenzuola e mettiamole subito in lavatrice.

Spolveriamo velocemente i comodini, tutti gli altri mobili presenti e apriamo gli armadi cosicché possano “respirare” durante la nostra assenza.

Ora dobbiamo pensare al pavimento: dopo una bella passata di aspirapolvere, puliamo bene il pavimento con uno straccio imbevuto in acqua tiepida e Bicarbonato di sodio. Questo straordinario prodotto è estremamente versatile e servirà a catturare lo sporco, disinfettare ed evitare la comparsa di muffe per tutta la durata delle tue vacanze.

Inoltre, soprattutto nella camera dei bambini sarà un prodotto efficace ma non tossico.

Useremo il Bicarbonato di sodio per i pavimenti di tutte le stanze della nostra casa.

Il bagno

Dopo le camere da letto, passiamo subito al bagno: si parte dalla pulizia della doccia, ponendo particolare attenzione al calcare che se lasciato indisturbato, durante la nostra assenza, potrebbe divenire sempre più cristallizzato fino a render praticamente impossibile la sua rimozione.

Serviamoci dell’Acido citrico per rimuovere le incrostazioni senza ricorrere a prodotti spesso troppo aggressivi, sia per noi che per le nostre superfici. A questo punto passiamo rapidamente ai sanitari riempendoli con acqua tiepida, e usiamo ancora il nostro alleato contro il calcare, l’Acido citrico.

Lasciamo riposare per qualche minuto, passando, nel frattempo, la spugna anche sui rubinetti, ed ecco che otterremo un effetto igienizzante, brillantante e anticalcare sia per la ceramica che per l’acciaio e perfino per le tubature!

bagno minimal

Anche su questo pavimento, un colpo di aspirapolvere e straccio imbevuto nel Perborato di sodio

Il soggiorno

Il soggiorno è un po’ più articolato rispetto agli altri ambienti: vi sarà capitato spesso di sedervi sul divano con gli indumenti indossati durante la giornata. Quale momento migliore per dare una rinfrescata e una disinfettata ai cuscini e alle loro fodere?

E allora, togliamo tutti i cuscini e sbattiamoli per bene. Passiamo l’aspirapolvere sul divano lungo tutti gli angoli più difficili da raggiungere. I più perfezionisti potranno addirittura spostare al centro tutti mobili per catturare tutto lo sporco più nascosto.

A questo punto puliamo bene il televisore e quindi togliamo la polvere: aspirapolvere e straccio come per gli altri ambienti.

…e ora la cucina

Meglio tenere per ultima la cucina che è l’ambiente più delicato e complesso. Si parte dal frigo che andrà completamente svuotato, sbrinato e pulito. Per un’igienizzazione impeccabile del frigo ti ricordiamo il nostro articolo.

Anche la dispensa deve essere completamente svuotata anche per evitare il proliferare di spiacevoli “bestioline”. Controlliamo bene di non aver lasciato qualche scatola a metà o scatolette scadute o in scadenza.

Puliamo, poi, l’acciaio, i fornelli e soprattutto il forno con cura accertandoci di aver eliminato tutti i residui di grasso e cibo che spesso rimangono imprigionati tra le griglie.

Utilizzando l’Acido citrico, potremo poi procedere all’igienizzazione del lavello: lasciando per qualche minuto un cucchiaio di Acido citrico nel lavello di acciaio riempito con acqua tiepida, lo ritroveremo perfettamente igienizzato e brillante.

Logo

A questo punto usiamo per l’ultima volta l’aspirapolvere, straccio e via.

Per un’igiene efficace, duratura e…green, vieni a trovarci da Non solo bolle e scegli Perborato di sodio e Acido citrico. Con una minima spesa otterrai il massimo dei risultati!

Comments are closed.